Questa casa si mangia le cose!

Devo invitare  Stephen Hawking a dare un occhio a questa casa, perché sono convinta che ci sia una sorta di varco dimensionale che spedisce in un universo parallelo diversi oggetti che un attimo prima erano qui, accanto a me, ed ora non ci sono più. PUF! Spariti. Ciao ciao.
In rigoroso ordine sparso si è perso, smarrito, momentaneamente assentato:

– I cucchiaini del caffè.
Credo s’imboschino in massa seguendo un piano ben preciso e segretissimo. Non facciamo che comprarne e non fanno che sparire.
Probabilmente stanno mettendo su un esercito per conquistare il mondo.

– Le chiavi di casa o della macchina.
Dopo attacchi di panico, nervi in pezzi, crisi di pianto imminenti, rispuntano sempre fuori. Bastarde con tendenze sadiche.

– Il portafogli.
Vedi spiegazione del punto precedente. Devono seguire lo stesso corso per corrispondenza.

– I film.
Come nel film Pixar "Toy Story", sono convinta che a notte fonda, escano allo scoperto per raccontarsela e far bisboccia, salvo poi cambiarsi sempre di custodia.

– I ciucci di bimbetta.
Ne abbiamo circa mezza dozzina ma talvolta gli stronzi si ficcano nei posti più improbabili. Attimi di terrore mentre bimba strilla come se la stessimo sbattendo al muro e io prego mentalmente che nessun vicino chiami il telefono azzurro…

– I miei manicotti invernali.
Devono essere una coppia di fidanzati che passa metà del tempo a litigare fino a quando uno dei due, seccato, si allontana per riflettere. Mai che spariscano entrambi contemporaneamente. No, ne scompare solo uno. E se io devo uscire, e sono già in ritardo, si può sapere che me ne faccio di un manicotto solo? Mica sono una modaiola alternativa o una giovane emo…mi tocca, spingendo passeggino, di farmi venire i geloni…

– Le calze.
Il mistero più grande. Entrano pari nella lavatrice ma escono rigorosamente dispari. Ho una scatola piena di calzini spaiati e ad ogni lavaggio spero sempre -povera illusa!- di riunire una coppia. In verità non accade quasi mai, ma in compenso la scatola di spaiati aumenta costantemente le fila dei suoi iscritti!

– La mia agenda.
Sia chiaro: la mia vita ha una serie d’impegni talmente ridotta che un’agenda non serve. Ma è una questione di principio. Altrimenti dove scrivo "Dentista ore 12:00"?

– Il bollo auto del 2003
Richiesto espressamente dall’aci o da non so chi e non so perché, da noi ovviamente pagato ma altrettanto ovviamente perduto. Non potendolo esibire, una multa incombe su di noi…se qualcuno lo trovasse nell’universo parallelo degli stronzi infami documenti micragnosi, è pregato di restituircelo…offrirò amicizia, caffè e devozione imperitura!

Annunci

3 pensieri su “Questa casa si mangia le cose!

  1. e si quella dei calzini è un tuo emblema…ancora oggi quando si entra in argomento narro del tuo bucato steso tra cui ormai avevo preso il vizio di cercare due, e solo due, calzini uguali…ma non li ho mai trovati… Nico

  2. mh…visto che adesso condividiamo le stesse tortuose tubature bisognerebbe provare ad appaiare i rispettivi cassetti di calzini spaiati:vuoi vedere che ….?:))
    p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...