Vabbene, però

Bimbetta adorata,
vabbene che io e il tuo Fonto papà abbiamo deciso di mandarti all’asilo "così sta con altri bambini e si fa gli anticorpi!", però tu, amore mio, di anticorpi te ne stai facendo fin troppi…
vabbene che là fuori il tempo è uno schifo e la temperatura sbalza di 15 gradi in 24 ore,
vabbene che siamo tutti, chi più chi meno, raffreddati
vabbene tutto, cipolletta cipollotta, però te è dai primi di marzo che stai influenzata!
Vabbene che hai voluto passare la tua prima festa della donna in un Pronto Soccorso perché sei una femmina alternativa e a me questo piace assai, però tesora, adesso datti e dacci una tregua che sia più lunga di tre giorni, perché qui io sto coi nervi a pezzi.
Vabbene che tutti mi dicono che con il tempo andrà meglio, però io del futuro prossimo me ne sbatto un tantinello, visto che nel presente ho il terrore di ogni tuo singolo starnuto.
Vabbene che la febbre, nei piccoletti come te, è normale, però qui l’angoscia ormai non striscia più; compie promenade!
E vabbene che con l’influenza i bimbi, chissà per quale motivo sconosciuto, si allungano, però tu ormai, occhioni grandi, sei tre metri e mezzo di bambina.

Direi che può bastare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...