Lunghe giornate pallose

"Bimbetta, cosa fai già sveglia?" domando alla bimba alle ore 5:56 del mattino, dopo essermi trascinata fino al suo lettino.
"Tao tao!" mi risponde la -data l’ora- poco adorabile creatura. Sveglissima, ovviamente.
"Dai, piccola! Vieni sul lettone a fare ancora un po’ di nanna!" suggerisco a bassa voce, hai visto mai che non le torni un cicciolo di abbiocco.
Per 40 minuti la creatura -sempre meno adorabile- si è girata e voltata millemila volte, mettendo le mani in faccia, cercando di scavalcarci, di tranciarci via i nei, reclamando la colazione e indicando i nostri oggetti sui comodini. Dato che la tecnologia l’affascina, e dato il nostro desiderio di guadagnare ancora qualche minuto di sonno, l’abbiamo sommersa di cellulari, sveglie collegate direttamente con satelliti aerospaziali, lucine notturne e altro ancora.
Non è servito a nulla, ovviamente.
Alle 6:40, la Fonto famiglia era già in piedi, con la testa pesante, le spalle abbassate, le gambe mollicce e le balle girate.

E’ dalle 9:45 che la Pera sta preparando il timone delle immagini per un lavoro. Codici, codici, codici. Da trascrivere senza errori. Codici. Codici.

Alienata come non mai, con la testa piazzata per la terza volta sotto il getto d’acqua gelida del rubinetto, grondante acqua, sudore ed imprecazioni, la Pera è convinta di essere finita in un grottesco girone dell’inferno. Dante non capiva niente! Se ha bisogno di nuovi spunti può rivolgersi a me!

Annunci

Un pensiero su “Lunghe giornate pallose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...