Lunghissimo post. Tutta la Non vacanza minuto per minuto (così ridimensionate le vacanze vostre che vi appariranno più belle)

A come AMICI
Visti solo quelli più cari (Non me ne abbia a male Vamp Bionda che non rientra nella categoria…).Coppia di Quasi Sposi è più bella che mai, la loro bambina, di 16 mesi, è un peperino da fuoriclasse. Ha passato tutta la serata ad inseguire bambini maschi ai quali mostrare le mutande, e strafocarsi di gelato Bayles-Limoncello. Sono certa che a fine serata ballasse ciucca tradita. Amica Nico, invece, era radiosa. L’amore fa bene, pochi cazzi. Dopo aver passato tutto il pomeriggio a correre dietro a Bimbetta, è tornata a casa strisciando. Sono certa che quella sera abbia pensato "Col piffero che faccio un figlio!" Niente è più deleterio di un bambino nell’immaginario di chi vuole un bambino!

B come BAMBOLA
L’ha agguantata con decisione al reparto giocattoli. Con i capelli in lana rossa, gli occhi grandi e neri, un vestitino verde da "Casa nella Prateria" e scarpine in tinta. L’ha scelta fra tante, l’ha afferrata con partecipazione, l’ha stretta al petto e non l’ha mollata più. Fino a casa, dove poi non l’ha più cagata di pezza.
Signori, la prima bambola di bimbetta.

B anche come BRACCIALETTI ANTI-VOMITO
Sembrano polsini da tennis, se non fosse per una pallina di plastica grande come una ciliegia, da posizionare sulla parte interna del polso. La pressione delle palline si riversa su un nervo che permette quindi il rilascio di endorfine, regola la respirazione e annulla la sensazione del mal d’auto.
See, lallero. Bimbetta ha vomitato anche l’anima, su se stessa e sui suoi polsini giallo fosforescente.

C come CERCHI FORSE D’INVESTIRMI?
Sto legando Bimbetta al seggiolino auto, quando mio padre sale al posto di guida, mette in moto e fa per andarsene. Io mi sono ritrovata un piede sotto la ruota, un taglietto da lamiera sotto il ginocchio e dieci anni in meno da vivere. Più una serie di pensieri negativi sull’età che avanza e la senilità in agguato.

D come DOV’ E’ IL PANCINO?
Mia figlia conosce l’anatomia. Sa dove si trova il suo pancino, i suoi piedini, le sue manine, il naso, la bocca e gli occhi. Le orecchie, invece, sono un casino. Talvolta le indica in fronte, talvolta sulle ginocchia. Mai lì dove dovrebbero stare. Anzi, la reale posizione non le piace per niente, piazza certi bronci che durano anche interi minuti…

E come EH?
"Non hai rifatto il letto!" esclama mio padre dopo un agguato nella cameretta che dividevo con la piccola. "Non ti sembra di dare a tua figlia un cattivo esempio?" La Pera, sudata dopo una notte in una stanzetta priva di ventilazione, con ancora le cispe negli occhi e un desiderio viscerale di caffè ma nessun desiderio di polemizzare, ha rifatto il letto con una bimbetta, seduta poco distante, che la guardava perplessa.

F come FONTOOOOO, TORNA!
Per tutta la settimana Pera e Bimbetta hanno dovuto fare a meno del Fonto. Onestamente, l’assenza del papà non ha portato grossi scompensi alla piccola, ma la Pera ne ha risentito notevolmente. Mai più senza il mio alleato. Mai più.

G come GENITORI
Li adoro. Davvero. Se poi ci mettiamo 500 km di distanza li adoro anche di più. Le distanze uniscono. Ma la vicinanza crea uno stress che nemmeno sul lavoro, a due giorni dalla consegna!

H come HO DAVVERO DETTO "NO, NON MI PORTO DA FUMARE!"?
Certe volte scivolo in atti di presunta responsabilità che poi mi tocca di pentirmi millemila volte!

I come INTIMITA’

"Sì, mamma, me l’avevano detto che dopo una gravidanza ed un parto la vita sessuale migliora. Sì, è vero, pensavo fosse una di quelle cose tanto per dire, sai, come quella stupida storia che se l’indice è più lungo dell’alluce allora è sinonimo di bellezza. Palla inventata di sicuro da qualcuno con suddetta caratteristica perché, diciamoci la verità, l’unghia dell’indice sbatte nella scarpa e diventa proprio brutta. Comunque sì, ammetto che pure per me sta cosa del sesso dopo un figlio è diventato migliore, ma mi sento un po’ a disagio a parlarne con te…ecco, ora che mi racconti delle tue esperienze sessuali post parto mi sento ancora più a disagio. No, grazie, non è necessario che mi racconti proprio i dettagli. No, ti prego, non dirmi questa cosa. Nooo, non voglio sapere la tua posizione preferita. AAARGHH, non mettere in mezzo mio padre…ehm, vado a controllare se bimba dorme ancora. Riprendiamo il discorso in futuro, vuoi?"

L come LONTANA DAI COMPUTER DISPERSA NELLA REALTA’ PASSATA
Ovviamente qualcosa non ha funzionato, e la Pera è rimasta senza internet. Momenti di panico, nostalgia canaglia, noia a tratti. La Pera si è vista costretta a rigirarsi le mani nelle mani, sentendosi un po’ orfana e un po’ libera. Ha passato il tempo a rubare alla nonna ottantenne tutti i suoi giornali di gossip, tutti del periodo giugno-agosto 2007. La Pera si è fatta un’immensa cultura tardiva sul film della Hunziker, i giovani casiraghi, il fidanzamento della gregoraci e la terza gravidanza della signora cipollari.
Due palle.

M come MARE

Io e Bimbetta ci siamo andate 4 volte, rigorosamente in orari freschi (8-9 del mattino), anche se la spiaggetta era già stra-affollata. Bimbetta osservava incuriosita il mare, ma non ci si è approcciata con gioia. Ogni sacrosanta volta che la mettevo in piedi sul bagnasciuga mi si arrampicava addosso ritraendo i piedini come una tartaruga. Ha passato il tempo seduta sulle mie cosce, pucciando l’allucione solo per sbaglio. Se avesse potuto esprimere il suo disappunto avrebbe certamente detto "E’ fredda, bagnata ed imprevedibile. Perché siamo qui? Non andava bene la piscinetta dei piccoli, con acqua riscaldata e nemmeno un onda piccina picciò?" Niente da fare, essere indomiti sportivi non è proprio della nostra famiglia!

N come NONNA
Che sarei io. Non mia madre, non perfida suocera. Bimbetta mi ha chiamata Nonna per tutto il tempo. Che stia ripudiando il mio ruolo? Che abbia scoperto che la sua vera nonna è più madre della madre reale? Che stia pensando ad allargare la famiglia? Misteri della lallazione…

O come OMMIODDIO, VERAMENTE MI TIENI A DIETA?

"Mamma, cosa vuol dire "Vedo che stai perdendo i chili presi in gravidanza, quindi ti preparo solo un po’ di bresaola con la rucola"? Io non sono l’adorata figlia che ti ha reso nonna? Io non sono il tuo gioiello di creatività e simpatia? Ok, è vero, ho un 3 o 4 chili da smaltire, ma leva dal tavolo sta rucola e dammi del cibo serio, please!"

P come PERFAVORE, FATEMI DORMIRE!
Se adorabile bimbetta si sveglia alle 6.58 del mattino, e nonno e nonna, dopo un rapido bacio corrono a svolgere le loro commissioni, l’equazione è chiara: tocca alla Pera di smazzarsi la piccola. Fino alle 11. Poi, con uno che si piazza sul balcone e risolvere cruciverba, e l’altra che pulisce ininterrottamente tutta casa, arriva l’ora del pranzo. E se poi uno va a farsi la pennica digestiva, e l’altra torna a pulire casa, arriva il pomeriggio. E se al pomeriggio ci aspetta la bisnonna, tocca alla Pera spingere il passeggino. In salita. Una ripida salita. E se dopo cena si porta la piccola sul molo a respirare aria di mare, tocca alla Pera scarpinare per chilometri.
La Pera non è troppo intelligente, ma che qualcuno gliel’abbia messa in quel posto le sembra limpidissimo!

Q come QUAQQUA
E Bao, Mao, Acie e molto molto altro. Bimbetta sta imparando sempre più parole e non lesina dal distribuirle in frasi sconclusionate ma piene di ritmo. Quaqqua sta per acqua. Ogni volta che ha sete la chiede a gran voce. Senza dimenticarsi, una volta ottenuta, di ringraziare con un acutissimo "Acie" che mi riempie di orgoglio e tenerezza.

R come RICHIAMAMI QUANDO PUOI
La Pera, talvolta, è una spaccaminchia. Ne conosce di peggiori, sia chiaro, ma anche lei quando si applica riesce a raggiungere vette inaspettate. Ecco perché telefonava al Fonto per sussurrargli "Mi vieni a prendere?" con voce triste da bimba viziatella. Il Fonto, dal canto suo, prometteva e spergiurava di sentire la mancanza delle sue femmine, ma poi passava le serate spaparanzato sul divano a farsi le canne (Quelle che la Pera ha deciso di non portarsi dietro!) e guardare la tv. Prossima volta è la Pera che torna a casa, lasciando Fonto e bimbetta al mare!

S come SESSO
Giusto per rispondere al commento di Pao.
Nemmeno l’ombra. Nada. Nisba. Niet.
Più che S come Sesso, dovrebbe essere S come Sfiga (Ma prometto di recuperare il tempo perduto in data prossima!)

T come TESTA A UOVO
Testa a uovo è il bimbo conosciuto al parco che, non a caso, ha una testa a missile. A supposta, volendo essere gentili. Poco più grande di mia figlia, alla quale ha appioppato il primo schiaffo che io abbia mai visto dare alla mia creatura. Desiderio di dargli fuoco a mille, mentre bimbetta, tenendosi la capoccetta, piangeva mortificata.
"Lasci stare, signora, sono bambini!" ho sorriso a sua nonna a denti stretti. In verità, adesso, è segnato sul libro nero, e un giorno gliela faremo pagare!

U come UNA SCENETTA INDIMENTICABILE
Ha sicuramente meno di 3 anni, i capelli rossi, lo sguardo da serial killer e una palla fra le mani. Bimbetta, che ormai per le palle ha un radar incorporato, cammina incerta fino a lui, con il chiaro intento di appropriarsi del gioco. Piccolo serial killer capisce le sue intenzioni, si stringe la palla al petto e, in dialetto marcatissimo, avverte "Io la palla non te la presto!". Poi, lanciandomi uno sguardo obliquo, mi avvisa "Portala via che mi sta facendo girare i coglioni!".
La Pera, senza capacità di replica, ha agguantato la figlia proponendole altri svaghi. Il piccolo serial killer, per sottolineare le sue intenzioni belliche, ha scaraventato giù dal dondolo la sua sorellina, poco più grande di bimbetta. La piccola si è messa a piangere istantaneamente, povera creatura che non centrava nulla, e solo allora è comparso sulla scena il nonno che ha agguantato la nipotina, distraendola con una pistola giocattolo in tutto e per tutto simile a quelle vere. "PUM! PUM! PUM!" ripeteva il vecchio leso, premendo il grilletto della pistola direttamente sulla tempia della piccola che ha -ma pensa un po’- continuato a piangere per un bel pezzo.
Ci vorrebbe un patentino speciale per crescere dei bambini.

V come VACANZE?
Sembra che ad agosto ci sarà da lavorare, e sembra che in questi giorni entri un nuovo lavoro che credo sia bellissimo…di vacanze, quindi, non ne vedo all’orizzonte (Se vogliamo escludere qualche altra giornata dai nonni a fine agosto, in previsione del matrimonio degli amici del punto A), ma io e il Fonto stiamo iniziando seriamente a discutere di una mini fuga romantica. Si pensava una 3 giorni in Spagna. Qualcuno ha qualche consiglio in merito a luoghi, varie ed eventuali?

Z come ZANZARE
Fottute bastarde!

Annunci

3 pensieri su “Lunghissimo post. Tutta la Non vacanza minuto per minuto (così ridimensionate le vacanze vostre che vi appariranno più belle)

  1. Povera, in effetti dopo che leggo i resoconti delle tue vacanze tutta sta smania di procreare mi si atrofizza un pò… riguardo le possibilità di viaggio, date direttamente un occhio ai voli low cost dall’aeroporto + vicino, poi da lì si decide… Madrid e Barcellona anche se inflazionate son comunque da vedere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...