"bimbetta, amore mio, come stai?" abbraccio mia figlia dopo 10 ore di sbattimenti lavorativi in giro per una città paralizzata dagli scioperi.
"Bene!" mi risponde la piccola, iniziando a tossire, gli occhi rossi e lucidi, il visetto pallido e le occhiaie viola.
Ha vomitato 8 volte nel corso della giornata, subito una visita dalla pediatra e ingurgitato una marea di medicine che al momento non stanno facendo grande effetto.
"Bene!" mi risponde.

I casi sono 2: o bimbetta è un’inguaribile ottimista, oppure è a corto di parole.
Mi sa che devo insegnarle nuovi termini. "Uno schifio, grazie!" è il primo della lista.

Annunci

Un pensiero su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...