Meno male che c'è Meno…

"Mamma, mamma! Meno!"
"cosa, amore?"
"Meno! Meno!"

Oltre ai Teletubbies, oltre gli Aristogatti, adesso il nuovo amore di mia figlia è il film d’animazione "Alla ricerca di Nemo". Lo guarderebbe per ore, se glielo permettessimo. Credo le piacciano le forme tonde dai colori sgargianti.

La prima volta che vidi il film, anni fa, non mi colpì. Sì, certo, l’animazione era bellissima, alcuni passaggi simpatici, ma nell’insieme non c’era stata sintonia. Niente amore.
Non ne avevo colto l’essenza.
Ora so che lo guardavo dal punto di vista sbagliato o meglio, l’unico punto di vista che conoscessi.
Quello del figlio.

E ad un figlio non interessano granché i dubbi dei genitori, le incertezze, le paure sulla crescita dei loro pargoli. Non è compito suo, pensarci.

Ma adesso guardo Marlin che suggerisce a Nemo eterna vigilanza, sottovalutando di proposito le sue potenzialità per tenerselo accanto, lì dove tutto sembra più sicuro, guardo Dori che non capisce il perché di una scelta tanto assurda "Se hai promesso a tuo figlio che non gli sarebbe capitato mai niente, allora non dovrebbe fare mai niente! Sai che noia?!", guardo Crosta, padre 150enne che, parlando del momento giusto per dare fiducia ai figli dice "Tu non lo sai quando sono pronti, ma quando loro sono pronti, allora lo sai anche tu!" e guardo Nemo, con la sua pinna fortunata, che trova in sé il coraggio di mettersi in gioco quando scopre che il padre si è messo in gioco, attraversando tutto l’oceano sfidando squali, balene, meduse e le proprie eterne paure, per andare a salvarlo.

Guardo -e riguardo- tutto questo e mi monta un amore incredibile per questo film dedicato ai genitori. Ai genitori che amano e che temono, che desiderano ma non sanno gestire il desiderio, che tifano ma limitano e che ci provano, e alla fine ci riescono, ad insegnare ai loro figli che crescere non è solamente una parola.
E con il groppo in gola osservano orgogliosi i loro cuccioli trovare un posto nel mondo.

Annunci

2 pensieri su “Meno male che c'è Meno…

  1. Condivido pienamente il tuo post, il film é molto bello ed é tutto dedicato ai genitori e ai figli. Io lo conosco ormai a memoria (in portoghese!) e lo guardo e lo riguardo con mio figlio senza stancarmene.
    E poi ci sono alcuni personaggi che fanno morir dal ridere, il dentista per esempio (che nutre una somiglianza sconvolgente col dentista del mio compagno!) e Bruce, lo squalo simpatico 🙂
    Tinuccia

  2. Hai colto in pieno l’essenza del film che a me piace moltissimo e che guardiamo in spagnolo(perchè vivevamo li quando è uscito)
    quanto è difficile lasciarli andare e quante paure!!
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...