Come un cane -sottotitolo Scoperto l'inizio delle nevrosi della Pera-

"Allora, come va con il vasino?" domanda Madre della Pera al telefono.
"Facciamo progressi!" risponde la Pera svaccata sul divano "Ora Bimbetta non ne ha più timore anzi, ogni volta che le propongo di andarci a fare la pipì, corre entusiasta in bagno, vi si siede sopra e, dopo un po’, si alza!"
"vestita?"
"eh, si, altrimenti non ti avrei detto che erano progressi, ma conquiste!"
"ma Pera, Bimbetta ha già 20 mesi…"
"e…?"
"Ormai è grandicella, è pronta a togliere il pannolino!"
"ma noi non abbiamo fretta, tanto mica deve andare a cene di gala. Quando arriva arriva!"
"Sarà, ma tu hai tolto il pannolino a 11 mesi…"
"Dai mamma, mica è una gara di velocità! Hai mai visto bambini di 6 anni con il pannolo addosso? E’ nella natura dell’essere umano diventare continente, è solo questione di non mettere fretta, non fare pressioni e tutto vien da s…11 mesi, hai detto?"
"11 mesi!"
"Wow, ma ero precocissima, un genio. E come avete fatto?
"Ci ha pensato tua nonna!"
"E che metodo ha usato?"

Silenzio.

"Mamma, sei ancora lì?"
"Beh, ogni volta che te la facevi addosso, ti metteva sotto il naso i vestitini bagnati di pipì…"

Silenzio.

"Pera, sei ancora lì?"
"Ma tu stai scherzando?!?"
"Ehm…no!"
"Come con i cuccioli?"
"Più o meno!"
"Ma arrotolava anche un giornale e mi colpiva sul coppino?"
"No…non credo!"

Bimbetta mia, fra una dozzina d’anni sarai in piena adolescenza, e mi rinfaccerai un sacco di cose. Il troppo amore, o il troppo poco amore, sindacherai sugli orari di rientro e di uscita, discuteremo le tue scelte, gli amici, gli amori, e tutto quello che la vita ci metterà davanti ma mai, mai al mondo, mai per tutta la vita potrai recriminarmi i metodi con i quali sei giunta all’indipendenza sfinterica.
Ecchediamine, un po’ d’umanità…

Annunci

8 pensieri su “Come un cane -sottotitolo Scoperto l'inizio delle nevrosi della Pera-

  1. Comunque… io inizio a credere un po’ poco alla memoria della Madri cioè Nonne… secondo la mia, io a sette mesi parlavo correttamente, secondo la madre di un amico lui a nove componeva al pianoforte… certamente chi compone non lo fa col patello! bah, mi pare che tra rincoglionimento e orgoglio esagerino un filinino!

  2. E comunque,seti vuoi consolare,la pediatra del consultorio dove Pelloni fa i vaccini mi cazzia dall’inizio, cioè dai due mesi e mezzo, perchè non lo metto sul vasino… è una teorica di una roba che non mi ricordo come si chiami, per cui tu insegni al bambino DA SUBITO ad andare sul vasino e così riduci stellarmente il consumo planetario di pannolini, che ovviamente comunque devono essere quelli naturali e lavati solo con aceto così che tutta la magione ne olezzi.
    Mi ripeto: bah.

  3. Di tanti metodi per insegnare ai bimbi a fare la pipì sul vasino…questo mi risulta proprio nuovo!!! Ed anche un po’ “rigido”…
    Povera Pera…
    Mia madre dice che a meno di due anni io componevo poesie…hanno anche una cassetta con su registrata la mia voce
    Ecco uno dei miei componimenti:
    “quant’è bella signorina. Tutta bella, tutti i giorni. Tutti i giorni, tutta bella. Quant’è bella tutti i giorni. quant’è bella signorina”.
    Inutile ogni commento…

    Sara 😀

  4. Oppure eravamo tutti geni fino ai 12 mesi di vita…poi, lento ed inesorabile, è subentrato il declino dell’intelletto…ma sta pediatra del consultorio ha figli? E se sì, si drogano? marò, se c’è una cosa che mi manda in bestia sono i consigli non richiesti e i giudizi immotivati. E comunque deve essere un sacco comodo far sedere una creatura di pochi giorni su un vasino. ohccheodio!
    Mammamanga, io trovo che la tua poesiola fosse adorabile. E che bello che ne conserviate il nastro. Riguardo ai metodi educativi spartani in auge nella mia famiglia, lassamo stà, va, che è meglio!

  5. Allora, ho cercato di ripescare nella memoria quando i miei due eredi smisero il pannolino (che, a quei tempi, era il Lines snib, mi pare…)
    e mi sembra di ricordare che fu oltre l’anno e mezzo, quindi….
    Ci arriverà anche Bimbetta!
    Ciao!!

  6. David ha 3 anni e di notte usa ancora il pannolino. Il sonno é cosí profondo che il richiamo della vescica, diciamo cosí, non lo sente proprio. Durante il giorno peró, e nel sonnellino pomeridiano, é autonomissimo in tutto e per tutto e gli “incidenti di percorso” sono rarissimi. Ogni bimbo evolve a modo suo.
    Comunque ai nostri tempi, e pure più indietro se vogliamo precisare, i bimbi li mettevano sul vasino dall’anno di etá e lá li lasciavano. Mamme, nonne e affini, dovevano essere cosí stufe di lavare pannolini di stoffa a mano, che non appena i piccoli si alzavano in posizione eretta li schiaffavano subito sul vasino.
    Comunque trovo fantastica la poesia di Sara 🙂
    Tinuccia

  7. Libero ha oramai due anni e mezzo, ed ancora disdegna il vasino con superiorità. ha altro da fare, lui, che preoccuparsi della cacca -al massimo, può interessargli colore e consistenza, ma questo si fa bene anche nel cambio pannolo.
    io non presso.
    mia madre mi dice che io sono stata precocissima in tutto, bravissima, placidissima, praticamente un bambolotto. Libero in confronto è terminetor.
    io sono stata educata con metodi tedeschi, mio figlio crescerà nel rispetto dei suoi tempi e dei suoi ritmi.
    non so se è giusto, so che è quello che è giusto per noi e, con tutto il bene che voglio a mia madre, riconoscendole un enorme merito nell’avermi cresciuto tanto brava intelligente e modesta (ahahah), mi tengo il libero arbitrio di lasciar crescere mio figlio senza ansie da prestazione.

    aaaah l’ho detto!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...