E questa è casa mia, e qui comando io

Senti, facciamo così: se tu credi ancora che io abbia anche solo uno scampolo di dignità, salta a piè pari questo post.

Tanto ne scriverò altri.

Se invece sai perfettamente che la dignità è quanto di più distante ruoti attorno alla Pera stessa medesima, allora accomodati pure. Sappi che è trash, però. Ma proprio trash.

Ma io ci tengo a ricordarlo. Sono più trash di ciò che mi accade…

 

TUTTO INIZIA 8 SETTIMANE FA

PERA INCINTA e GARRULA “Ah ragazzè, vieni con me che ti faccio assaggiare una cosa…”

SOSPETTOSO INQUILINO “uhm… non saprei… è carne almeno?”

PIG “No, niente carne, questa è più buona…”

SI “Se non è carne non m’interessa”

“Dai, non essere prevenuto, nella vita prima si assaggia, poi si decide…”

“Eh, appunto, nella vita. Cazzo vuoi che io sono appena un embrione?”

“Dai, noiosone, assaggia. Non è buona buonissima?

“Uhm…”

“Cià che te ne do un’altra cucchiaiata così puoi farti un’idea più chiara…”

“Ma che roba è?”

“Fichissima, vero?”

“Sembra merd…”

“Ehi, non dirlo, eh. Non ti permettere! MAI!”

“Sarà, ma a me non piace!”

“non…ti…piace…la…nutella…”

“E non ne voglio più!”

“Ma io… a me…”

“Tu ti adegui alle mie richieste. Perché io sono più importante di te. E se non mi ascolti e fai di testa tua…”

“…Chiami gli assistenti sociali, lo so…”

“Macché, molto peggio… scatenerò un’inferno! fidati!”

“Tu, fugghio mio, mi spezzi il cuore!”

 

8 SETTIMANE PIU’ TARDI

PIG “Ehi, cosotto, ci sei?”

SI “Che vuoi? quando mi parli con quel tono lì lo so che vuoi rifilarmi qualche sòla!”

“Ma va là, macché sòla e sòla… volevo solo… ehm… farti riassaggiare una cosa…”

“E’ carne?”

“E piantala cò sta carne. Questa è molto meglio…”

“Non starai tornando all’attacco con la nutella, vero?”

“Eddai, solo un pochino… poco poco… mi manca così taaantooooo!”

“Non la voglio. Come te lo devo spiegare?”

“Eccheccentra? Io per te ho smesso di fumare. Di bere. Di pasticciare durante la giornata. Mi tengo ad almeno 80 metri da eventuali cannoni. Non mi è permesso toccare uno straccio d’insaccato, un viscido mollusco, manco del fetido gorgonzola! Prendo l’acido folico ogni mattina, mi stai ciucciando tutto il ferro, mi fai fare pipì tipo ogni 30 minuti ma in compenso niente cacca per giorni e giorni…ma lasciami mangiare una cucchiaiata di nutella, diamine di un despota!”

“No!”

“Stronzo!”

“UMPF!”

“Sai cosa? Io la mangio e vaffanculo!”

“Tu fallo e io mi vendicherò!”

“Sai che paura…”

“Va bene, buon appetito, allora!”

 

Il GIORNO DOPO

La Pera è una donna distrutta.

E’ sempre incinta, invero, ma non è più garrula manco ppòniente.

E’ stata malissimo. Mai così in 35 anni di vita.

Senza entrare nei dettagli più scabrosi, che l’argomento la rende decisamente pudica, non è riuscita a uscire dal cesso per un’intera mattinata. A tratti ci si addormentava anche, travolta da brividi di freddo alternati a brividi di febbre.

Adesso che si è ripresa e ciuccia fermenti lattici come se fossero l’unica via, riflette sul carattere del sù figliolo.

Che sembra un pelo vendicativo.

Fermo sulle proprie posizioni.

E decisamente, decisamente stronzo.

Almeno la smettesse di ridere…

12 pensieri su “E questa è casa mia, e qui comando io

  1. dai non sarà stata la Nutella, sarà stato il bastardissimo virus intestinale che ho avuto pure io (pure se non sono incinta nè garrula) che ci son stata male di bestia, o stavo in bagno o dormivo, e da mangiare m’era concessa solo la pastina…

  2. mi hai fatto ridere troppo!!! bellissimo! attendo altri dialoghi con l’embrione!!! lo stronzetto che poi è diventato il nano puzzolone non mi faceva mangiare la pizza! tutta una gravidanza senza… per me è come la nutella. Dai comunque si sopravvive. e mettila così, meno dolci mangi, meno diventa enorme lui o lei! il mio ginecologo me li ha banditi al 6 mese… 😦

  3. Ma scusa prima ti lamenti che per giorni e giorni non ti fa fare cacca, lui si preoccupa e provvede e tu ti lamenti ancora… così me lo confondi ancora prima che nasca, porello!

  4. Martina mi ha fatto lo stesso scherzo con la pizza…l’ultima volta che ho provato a mangiarla prima di rinunciare per i successivi 5 mesi, l’ho rimessa tutta di fianco ad una macchina rossa parcheggiata di fronte alla pizzeria.
    La faccia del tipo SEDUTO AL POSTO DI GUIDA non la scorderò mai.
    Gli ho sorriso sfacciatamente ma da allora basta pizza!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...