è fatto così

cinque anni fa, lei dormiva. praticamente tutta la notte.

poppava con delicata discrezione e sorrideva.

piangeva poco, al massimo pigolava, ma era più presa dal guardarsi le mani e tutto ciò che la circondava.

“Che bambina stupenda, come siete stati bravi!!!” ci dicevano tutti

“Mannnnnoooò!” rispondevamo noi in coro “Noi non centriamo niente! E’ lei che è brava di suo!”

Ora te lo posso confessare: era falsa modestia.

Giuro, era falsa, perché in effetti sì, non so il Fonto ma io ci credevo davvero che fosse merito nostro. Che fossimo stati talmente uniti, sereni, predisposti, sfacciatamente fortunati, triccheballacche, da permettere alla nostra creatura di crescere sentendosi protetta, amata, custodita e rassicurata al punto da poter dormire praticamente tutta notte, poppare con delicata discrezione, piangere il minimo indispensabile e concentrarsi sul mondo circostante.

Fanculo, io ci credevo davvero.

 

Poi è arrivato lui.

Prodotto delle stesse due persone, dello stesso amore, se non ancora più solido, dello stesso vissuto e della stessa consapevolezza.

E lui non dorme mai più di 70 minuti alla volta. Lui è capace di svegliarsi 6-8 volte a notte.  Partendo da mezzanotte arrivando alle 6 del mattino, eh, mica intendo una 12 ore continuate.

Lui strilla. Per ogni cosa. Detesta non trovarsi in braccio. Appoggialo su qualunque superficie, dalla più morbida alla più rigida, e il risultato saranno sempre urla belluine.

Lui è un tipetto teso di suo. Pure diffidente, a giudicare dallo sguardo.

Lui di poppare sembra non averne  mai abbastanza, e non farebbe altro, al punto che sto seriamente prendendo in considerazione l’idea d’iniziare prima lo svezzamento.

 

insomma, lui è un dramma shakespeariano, è faticosissimo, è ingombrante, è complicato e, mi si perdoni la sincerità, è un sacco difficile volergli bene.

 

E in più, ma forse questo è l’insegnamento che porta con sé, mi ha svelato che in effetti noi, con il carattere del frutto dei nostri lombi, non centriamo una fava. Che, come dice Gibrian “i figli passano attraverso noi” e che se la Piccetta è una santa sono solo fatti della Piccetta. non certo un nostro merito.

che come non ho meriti, probabilmente non ho colpe, che ognuno è come è.

e io ho anche un figlio di indole incazzosa e prepotente, e devo imparare a farci i conti.

 

So che col tempo il suo carattere si smusserà, in fin dei conti arriverà il momento in cui il contesto familiare nel quale cresce inizierà a influire sulla sua quotidianità (sempre che non ci devasti prima, e quanta paura in questa parentesi) ma al momento va così, e devo farmene una ragione.

 

Non ho colpe, non ho meriti.

 

ma cacchio, quanto ho sonno.

Annunci

9 pensieri su “è fatto così

  1. Oddio sarà Karma? Legge del contrappasso? Mi spaventano un po’ questi tuoi post Pera perchè Ranocchia è esattamente come descrivi la Piccetta, in tutto e per tutto. E spesso qualcuno (suocera) mi dice “siete stati fortunati eh… secondo me un altro bimbo così non lo riuscite mica a fare..” E ti giuro che io mi tocco tutto quanto, a momenti toccherei pure gli attributi dell’Ing. per scaramanzia!

  2. Ma scommetto che quando riscorsi a volergli bene, sarà un bene enorme.
    E che tra 20 anni ci riderai sopra.

    Mi son sempre chiesta “sapendo che tra 20 ci riderò sopra, perché aspettare così tanto??? Ridiamoci sopra ora”

    Sì sì, lo so: è una presa per il culo nella e buona. Magari, invece, ripensandoci non ci riderai su nemmeno tra 20 anni. Ripensandoci tra 20 anni un brivido gelido ti scorrerà lungo la schiena.

    Però un giorno una figa mostruosa mi ha detto “[…] e i nostri sistemi nervosi, poveracci, torneranno. Puoi biasimarli se hanno preso il largo?”

    Ti sono vicina sorella. Più di quanto pensi. Perché a momenti toccherà a me, e avrò bisogno di qualcuno che mi stia altrettanto vicina.

    Peace sorella.

  3. Mi sento nella stessa barca, mia cara. Il primo bravissimo, e sotto sotto pensavo di esser stata brava io. Il secondo detto anche Satanasso, per dire. Notti brave per un anno, ora meglio, ma una fatica bestiale per tutto. Te lo giuro. Simpatico abbestia, ruffiano, lo adoro, ma strafottente, impertinente, difficile, teppista.
    Resistenza.

  4. Dimmi una cosa, ma alla fine gli hai dato lo stesso nome di mio figlio? Perché la descrizione corrisponde perfettamente a com’era lui 7 anni fa… Nomen omen, e forse anche nanetten?
    Il mio ci ha portato al limite della resistenza umana, e adesso compensa con un carattere dolcissimo ed enormi soddisfazioni… Insomma, era tanto cattivo all’inizio quanto è buono adesso. La mia diagnosi è stata (a posteriori): incapacità di affidarsi. Ancora oggi è uno che si fida molto di sé e poco degli altri, genitori compresi. Da piccolissimo non riusciva a lasciarsi andare, né al sonno, né alle coccole, né ai massaggini, né all’acqua. L’unica cosa che lo placava era la tetta. Ma a parte i primi 7-8 mesi, che sono stati tremendi, poi è andata migliorando… coraggio!

    • ooooh, dici che è una questione di nome?
      Perché sì, i nostri pargoli si chiamano entrambi come quel drogatone dello sport lì (il che, ora che ci penso, avrebbe dovuto darmi un quadro della situazione che si prospettava).
      grazie cara, continuate a ricordarmi che sì, son fatiche che passano, perché talvolta sbarello di brutto!

  5. questo post, io, ora, me lo stampo e lo distribuisco a tutte le mamme fighe che mi han sempre fatto sentire una mamma inadatta, poco capace di gestire un bambino… che io, con picchilli ancora ci combatto con le notti insonni!!!!!!!! e ho sempre saputo di non avere colpe, però, diciamo che il pensiero l’ho avuto…

    ps: azz dovrò pensare ad un altro nome allora???

  6. i nostri figli..

    non ci appartengono, non ci assomigliano ed hai ragione..a volte è davvero faticoso pensare che siano frutti nostri..

    eppure poi..crescono..cambiano…ci rendono meno stanche e meno nervose e vedrai..il maschio..come sarà dolce con te…!

    ti auguro di riposare un pò di più ragazza mia..

    ps: deve essere una prerogativa dei nati a luglio..pure Tea la bimba della mia amica…14 luglio…non dorme. è sempre alla puppa o in braccio..una fatica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...