A te

A te che ami il mare, e ti getti impavido fra le onde,
che corri e cadi e ti rialzi e ti rimetti a correre,
che baci, abbracci e dai pizzicotti,
che borbotti in una complicatissima lingua straniera che è tua soltanto,
che ridi di pancia e poi diventi severo,
che ti volti a guardare le belle ragazze e dedichi a loro dei sorrisi ruffiani,
che vivresti nudo ed è una lotta vestirti,
che sei vigile, curioso e scrutatore,
che fai di testa tua, sempre,
che le moto ti esaltano, ma i camion di più,
che balli furioso e ritmato,

che un anno fa oggi hai smesso di crescere in me,
e sei diventato tè stesso.

Auguri mia gioia, mio impegno, mia fatica, mio orgoglio.

Annunci

8 pensieri su “A te

  1. Auguri piccoletto che insegui le onde.
    Ricordo un anno fa tua madre e pure io di sti tempi, una isterica che allattava, l’altra che non aspettava altro che arrivasse , bhè…che arrivasse oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...