Chi ti insegna certe nefandezze?!?

Avrebbe potuto dire “no, grazie, non m’interessa!” Oppure “ma anche no!” O ancora “Non ci penso nemmeno!” O “Te lo sogni! Nisba! Nada! Niet!” Invece ha infilato il dito in bocca, nel chiaro gesto di procurarsi il vomito. (e comunque, per la cronaca, parlava con la tivvù, che già qui, volendo, potremmo dirne di cose…) […]

A titolo informativo

No, niente, ecco, insomma, io volevo solo dire che, vista la situazione, se Vincent desidera, ecco, io ci sarei. Quindi puoi chiamarmi. O scrivermi una mail. Guarda, se passi da ste parti puoi anche citofonarmi. Ti apro. Giuro.    

Ora

Lei oggi mi ha parlato di tutto, di continuo, e quando eravamo in fila al supermercato mi ha appoggiato la testa sul petto così da poter ricevere i grattini sulla nuca. E poi si è mossa agile e goffa al contempo su quelle lunghissime gambe che di certo non ha ereditato da me. Lui oggi […]

Tu sei più divertente

Dato che in 25 e passa giorni a Molto Molto Lontano potevi contare sulla rete di solidarietà familiare, hai mollato più volte il Piccione alla nonna per dedicarti alla Piccetta. Che te ci provi da quel dì a dividerti equamente e dividere equamente le attenzioni, ma qua il Piccione è uno che bara di brutto, […]

si procede

Lavoro e sto coi bimbi, sto coi bimbi e lavoro. Intervallo la routine starnutendo a più riprese, gli occhi che bruciano, la gola che pizzica, il naso che esplode. Ohibaboi, come direbbe Re Julien, è proprio estate piena, perché questa è l’allergia all’ambrosia. E l’anno passato avevo un furgolo di manco un mese attaccato addosso […]

Pura follia

MOTIVI PER TRASFERIRSI UN MESE DAI GENITORI: 1- Molto Molto Lontano è una città di mare. Il mare, si dice e ripete fino alla nausea, fa bene. E vuoi non far del bene ai tuoi bimbi? Vuoi privarli dell’opportunità di godersi la combinazione mare/sole/sale finché ce n’è, facendone scorta per il teribbilissimo inverno padano che […]