18 con sorpresa

E così oggi hai festeggiato il tuo ultimo compimese. Il 18esimo. Che diciamocelo, non è che per ogni mese trascorso dalla tua nascita ad oggi abbiamo spento candeline su qualche torta o fatto una ola di gruppo, ma 18 è comunque un numero importante, come se segnasse un passaggio. Da adesso in poi sei un bambino a cui si misurerà il tempo in anni. “Quanto tempo ha?” “Un anno e mezzo!”.

E sei grande, piccoletto mio, sei grande quando entri gioioso al nido, voltandoti a salutarmi con la mano ma già ai giochi con la testa, sei grande quando bullo e tronfio cammini spedito e rifiuti la mia mano perché vuoi fare da solo, sei grande quando mi devasti casa e, quando ti riprendo, prima allarghi le braccia come a dire “e che ci vuoi fare?”, e poi metti il muso e non mi guardi nemmeno in faccia.

E forse oggi una piccola festicciola l’avrei anche fatta, pensavo di donarti una barretta al cioccolato da sbafarti tutto solo nel tragitto nido/scuola elementare per recuperare tua sorella, di riempirti di bacetti soffici e parole melense, di coccole speciali intervallate dal gioco delle botte che ti piace un sacco propinarmi.

Però oggi c’era il responso del tuo test allergologico, e dato che sei risultato intollerante praticamente a tutto fuorché al pesce, mi sono un filo depressa e il tuo giorno è passato in secondo piano. E sono stata poco coccolosa e molto nervosa. Troppo nervosa,

Uff.

Dammi 24 ore di tempo per documentarmi, e un sabato per organizzare una spesa a portata del tuo stomaco, e vedrai che tornerò la tua mamma così come la conosci. Tu però una buona volta smettila di fare il bambino complicato a cui capita di continuo la qualsiasi. Eddai, su, fammi sto favore.

 

 

Annunci

5 pensieri su “18 con sorpresa

  1. Come al solito la prima cosa che verrebbe da dire è che ci sono cose peggiori ma poi subito dopo viene anche in mente che sì, può darsi, però in questo momento il tuo problema è questo e neanche tanto semplice e quindi hai il diritto di essere nervosa, arrabbiata e giù di morale.
    E se qualcuno tenderà a minimizzare il tutto avrai ben il diritto di mandarlo affanc… ehm, volevo dire, a quel paese!

  2. Opporc’…
    sono rotture che non vorrebbe nessuno, sono certa che saprai organizzare e gestire al meglio questa cosa, e , a parte l’iniziale difficolta (rompimento di coglioni) poi ne uscirete bene!

    io però intanto ti abbraccio che so cosa vuol dire doversi ri-organizzare, ri-imparare e farsela andare bene ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...