Io sono figlio unico con una sorella a carico

“E quindi è partita. Domenica mattina. Mano nella mano con la nonna di molto lontano. Destinazione mare per -mi dicono- una dozzina di giorni. Io di solito piango disperato quando capisco che qualcuno esce di casa e non sono incluso nel pacchetto, ma questa volta no. Io di solito quando mi chiedono un bacio rispondo “no! Bleah!” e mi volto schifato, ma questa volta no e di baci gliene ho scoccati addirittura due. Io di solito la mia sorellina la venero, anche se col cazzo che la chiamerò mai col suo vero nome, che per me è e resterà Tata fino alla fine dei tempi amen, ma questa volta no. Ciao, buon mare, divertiti, fai con comodo!”

 

Ebbene sì. Per giorni ci siamo interrogati su “chissà come la prenderà il Piccione a veder andare via sua sorella. Chissà. Chissà. e chissà ancora.” E invece il disgraziato è felicissimo, sorridente, accomodante, paziente e perennemente in stato di grazia. Ci abbraccia continuamente. Sorride e applaude. Riveste il ruolo da figlio unico con una naturalezza disarmante.

“E Tata?” mi domanda almeno un paio di volte al giorno

“Tata è al mare, ricordi? A casa dei nonni!”

“Sì!” mi risponde convinto “Tata via!”

E ride sguaiato.

4 pensieri su “Io sono figlio unico con una sorella a carico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...