Come se non bastassero i problemi normali

Sono settimane che dormo da schifo.

Settimane.

E non a causa del Piccione, o della Piccetta, o del lavoro. Loro con questa storia non hanno niente a che fare. La colpa è LORO. Mi perseguitano con continui, ipnotici e molesti suoni imperituri. Continuamente. 24 su 24, ma con ondate di maggior intensità. Specialmente notturna. E io sto andando a pezzi, ma al contempo mi viene pure da ridere, e allora dai che te la racconto, che mica capita a tutti, solo che ecco, ma porcatroia, ma perché doveva capitare proprio a me???

Cinque anni fa, la prima volta che ci siamo affacciati al balcone della sala di quella che sarebbe diventata la nostra casa, siamo rimasti affascinati e positivamente colpiti dal verde che ci circondava. Tanto verde, ben curato e spazioso. E pure un laghetto. Fico, che mica capita a tutti di avere tanta natura nel cuore del cemento lombardo.

Nel corso di questi anni, abbiamo avuto modo di vedere da vicino scoiattoli, lucciole, libellule, un fagiano (te lo giuro, non chiedermi di più), diversi ricci, tartarughe, pesci vari e anatre. Germani, per essere precisi. Una volta pure una biscia.

Quanto ero felice di mostrare dal vivo e allo stato naturale ai miei bambini tutti questi animali? E quanto era bello vedere che, stagione dopo stagione, gli animali restavano in salute e si riproducevano in stato di grazia?

Ecco. Fanculo lo stato di grazia, perché adesso siamo circondati.

C I R CO N D A T I

Non mi credi?

papere assassine

Eccone uno scorcio. Ora immaginati ettari di terreno stracolmo di sti palmipedi.

Una simile densità -scusate il paragone infelice (ma non dormo, c’ho la scusa!) io credo, solo in Cina.

Tiggiuro, sono centinaia.

E quaqquano ininterrottamente. Giorno e notte, notte e giorno. Che non è normale svegliarsi una mezza dozzine di volte a notte pensando “Ma che è? Il Piccione che tossisce? Ah no, sono i germani!”

E fra poco si riprodurranno nuovamente.

E quaqqueranno ancora di più.

Ora, dato che non mi è ben chiaro se il Comune si sta occupando del problema, e non mi è nemmeno chiaro se lo considera tale e io, nonostante l’odio non me la sento di imbracciare un fucile e impallinarli tutti (non ancora, almeno), ma che diamine devo fare? E no, i tappi per le orecchie non sono contemplati. Non credo, almeno.

In effetti fino ad ora non ci avevo pensato.

ancora papere ssassine

Annunci

10 pensieri su “Come se non bastassero i problemi normali

  1. mai pensato ad una cena con molti amici a base di tagliatelle al ragout d’anatra e anatra arrosto? Oppure anatra all’arancia che anche se fa molto anni 80 magari ai tuoi commensali piace. O comunque altre leccornie a base di anatra. Così loro si immolano per una giusta causa e tu magari ricominci a dormire.
    Però ad occhio e croce mi sa che forse è meglio organizzare una festa di paese a base d’anatra…

  2. mettila così..meglio i germani dello strombazzare cittadino, che quando abitavo in centro storico e alle 6 di mattina il camion della nettezza urbana si fermava nella via a svuotare i cassonetti (uuuh, quelli del vetro poi che goduria) avrei pagato per sentire un gallo, un germano e pure un nitrito al posto loro!!!!!!!!!!!!!!

  3. oh mamma, pare la cittadina dove abbiamo vissuto in Rep. Ceca!!!
    c’era il fiume ed erano belli da vedere…ma lo squaqquaraquare notturno, anche no!
    in compenso ho milioni di cani che abbiano ….. una notte, quando Picchilli era piccolissssimo e non dormiva quasi nulla, stavo per lanciargli un coltello…mi ha fermata Chicco.
    altro che tappi, una fionda ti ci vuole!!!

  4. Se tu spari ai germani reali, io sparo ai cacciatori appostati nei campi dietro a casa mia in stagione di caccia, che manco in campagna si può stare tranquilli oh!
    Dai dai dai Pera, dimmi di si, dimmi di si!

  5. Io non so se sono più fortunata o meno, ma a me di notte (a parte i pargoli) mi tengono svegli quelli del piano di sopra che trombano come ricci. Anche se i ricci farebbero meno casino. Le anatre non lo so….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...