Il tappetino

Si conoscono da oltre mezza vita, e non importa che non abbiano nemmeno tre anni ciascuno, perché “oltre mezza vita”, qualunque sia l’età, è comunque in proprorzione un bel mucchio di tempo.

E anche se oggi non si chiamano più l’un l’altro Minna e Dedo, perché ormai hanno imparato a pronunciare bene i loro nomi, hanno imparato a pronunciare bene un bel mucchio di cose a dire il vero, l’affetto è rimasto immutato. E quanti abbracci quotidiani fra i giochi del nido, quanti bacetti nei pomeriggi al parco che hanno inaugurato la bella stagione, quanto tenersi per mano per esplorare orizzonti ogni giorno più lontani.

Ma “Minna” ieri non aveva voglia di tenersi per mano. La nascondeva addirittura dietro la schiena, continuando imperterrita a ripetere “oggi no!”. Dedo era sconvolto. La inseguiva ovunque, a mano tesa e sguardo implorante, i lucciconi agli occhi e la voce tremante

“Minna, dammi mano a me! Minna, dammi mano a me! Pelfaooheh, Minna, manooo. Ti plego Minna, io tono qui tutto solo, dammi mano tua, vuoi, sì? Eh? Metti mano tua qui, tulla mano mia!”

Ma lei niente, irremovibile.

E io, un passo indietro, osservavo la scena con tre pensieri in testa che si rincorrevano, si sorpassavano e giocavano fra loro ad acchiapparella.

1. Oddio, ma guardalo che tenero. E’ un amore. Un tesoro grande. Di una dolcezza infinita.

2. Be’, certo che lei è proprio stronza, eh! Ma che je costa mollargli una mano e renderlo felice? Dove lo trova un altro uomo tanto devoto?

3. Oddio, Piccione, ma che stai facendo? Ma ti sembra il caso di umiliarti così? Che vuoi fare nella vita, lo zerbino? Quello che supplica anche la più piccola attenzione?

Ed è andata che lui ha camminato tutto il tempo con la mano inutilmente tesa, lei ha camminato tutto il tempo con la mano ostinatamente dietro la schiena, io ho camminato tutto il tempo con le mani fra i capelli, consapevole all’improvviso di aver generato un futuro uomo tappetino.

Annunci

3 pensieri su “Il tappetino

  1. ah ah ah…sono le consapevolezze delle madri dei maschi…prima o poi un ” guarda che stronzetta” lo diciamo tutte. anche quelle che in passato…l’utero è mio e lo gestisco io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...